Le aziende che inviano personale all’estero per l’installazione e la manutenzione degli impianti si trovano ad affrontare i nuovi obblighi richiesti dai clienti UE; infatti, tutti i Paesi europei (anche se con modalità diverse) hanno recepito la Direttiva 2014/67/UE che in linea di massima ovunque prevede:

  • Obbligo di preventiva segnalazione della trasferta tramite registrazione in apposito portale web nazionale
  • Obbligo di avere, nel Paese di destinazione, un proprio rappresentante con il compito di archiviare la documentazione in lingua relativa all’intervento e conservarla per almeno 2 anni
  • Obbligo di adeguamento del livello di retribuzione a quello vigente nel luogo di destinazione, nonché delle regole connesse (orario di lavoro, ferie ecc), si veda anche la nostra news del 17.3.2017.

Ulteriore novità normativa del 2017 è rappresentata dalla Direttiva 2014/66/UE, entrata in vigore il 10 gennaio 2017 e recepita in Italia con Decreto Legislativo 253 del 2016, che disciplina le condizioni di ingresso e di soggiorno di dirigenti e lavoratori specializzati e lavoratori in formazione nell’ambito dei trasferimenti intra-societari da paesi extra-UE (è il caso di personale delle filiali in addestramento presso la casa madre italiana).
A tale proposito, ASSOCOMAPLAST – in collaborazione con SBS (Scuola Beni Strumentali), ACIMAC e UCIMA - organizza il corso di formazione “Nuovi obblighi per l'invio del personale tecnico all'estero: nuove direttive e sanzioni”, con lo scopo di aggiornare le imprese sulle problematiche esistenti e consentire loro una corretta gestione delle procedure.

Il corso si svolgerà presso la nostra sede di Assago

mercoledì 21 giugno 2017 dalle ore 9.00 alle 16.00

 Si allegano programma e scheda di adesione, che gli interessati possono restituire alla nostra Segreteria (Veronica Zucchi, v.zucchi@promaplast.org) entro il 13.6.2017.


Scarica l'allegato