A causa della debolezza del mercato interno cinese, rafforzata dai livelli di scorta elevati (900.000 ton) dalla fine del Capodanno cinese, in Asia il trend debole del PE si è esteso a maggio, con nuove diminuzioni del relativo prezzo.
I prezzi del PE di importazione hanno seguito il trend, registrando un calo dopo un andamento stabile per la maggior parte del mese di aprile.
Alcuni trader hanno osservato che il mercato cinese continua a subire la pressione dell’offerta elevata mentre i prezzi del petrolio sono rimasti al di sotto della soglia dei 50 US$ al barile. Tuttavia, a maggio i prezzi sono stati in parte sostenuti da alcuni fattori, tra cui il rialzo dell’etilene e le manutenzioni programmate di diversi impianti di PE tra aprile e giugno.
La domanda di prodotti finiti non è al momento forte.