Secondo gli ultimi dati diffusi da PRE (Plastics Recyclers Europe), il riciclo europeo di manufatti rigidi in poliolefine (principalmente HDPE e PP, sia post-consumo sia derivanti da sfridi industriali) ammonta nel 2018 a 1,7 milioni di ton.
In testa alla classifica dei Paesi con la maggiore capacità di riciclo installata spicca l'Italia (con il 25% del totale europeo), segue la Germania (con il 22%), il Regno Unito (15%), la Spagna (13%) e la Francia (9%).
Nel 2018 sono stati censiti 114 riciclatori europei di HDPE e PP, per lo più italiani e spagnoli.
L'imballaggio si conferma la prima fonte di HDPE da avviare al riciclo, al secondo posto l'edilizia. Per il PP, invece, è l'industria dell'automotive a generare più scarto.
Il comunicato stampa dell'Associazione è qui disponibile.