Secondo uno studio di Research and Markets, nel 2018 sono state riciclate a livello europeo 9,4 milioni di tonnellate di materie plastiche.
Entro il 2024 dovrebbe essere raggiunto un volume di 12,8 milioni di ton, con un tasso medio annuo di crescita del 5,2%, sostenuto dalla progressione della domanda di materiali riciclati, in funzione di una sempre più diffusa sensibilità ambientale.
La società di consulenza fa anche riferimento a dati di EUPC-European Plastics Converters Association che indicano come, nell’ultimo decennio, nel Vecchio Continente il riciclo della plastica sia aumentato dell’80%, con l’obiettivo di ridurre i rifiuti e lo spreco di risorse, nonché di migliorare l’efficienza energetica e le possibilità di re-impiego dei materiali recuperati.
Peraltro l’Europa è il secondo produttore mondiale, dopo la Cina, di manufatti in plastica e la relativa domanda è tuttora in crescita, soprattutto da parte dei settori imballaggio, edilizia e, seppure a un tasso ridotto, automotive.