In base alle elaborazioni del Centro Studi dell’Associazione di categoria UCIMU, nel 2020 la produzione è scesa a 4.970 milioni di euro, con un calo del 23,7% rispetto al 2019.
Nel 2021, il fatturato dovrebbe crescere a 5.795 milioni (+16,6%), trainato dal recupero delle esportazioni, che si attesteranno a 3.220 milioni di euro (+11,8%) e dall’incremento delle consegne sul mercato interno, che saliranno a 2.575 milioni di euro (+23,2%).