La Polizia Locale di Roma Capitale, con il NAD Nucleo Ambiente e Decoro, e la Polizia Municipale di Napoli, con l'Unità Operativa Tutela Ambientale, sono impegnate da oltre un anno in una intensa attività investigativa per risalire all'intera rete di produzione, vendita e distribuzione di shopper illegali.
Una recente operazione – che rientra in una più vasta attività finalizzata al contrasto dei fenomeni illegali in materia ambientale - condotta congiuntamente dalle Polizie Locali di Roma, Napoli e Montemurlo (PO), con la collaborazione di personale tecnico di ARPA Toscana, ha potuto contare anche sulla costante attività di monitoraggio e presidio della legalità da parte di ASSOBIOPLASTICHE e dei suoi Associati e ha portato alla chiusura di una fabbrica di Montemurlo dedita alla produzione e distribuzione di 500 tonnellate all’anno di sacchetti fuorilegge.
Al titolare dell’azienda, in violazione al Codice dell’Ambiente, è stata elevata una sanzione per ciascuna vendita effettuata; l'imprenditore è stato inoltre deferito alla Procura della Repubblica per non aver rispettato le prescrizioni di legge sulle emissioni in atmosfera per gli impianti in uso.
Diverse tonnellate di sacchetti irregolari sono state poste sotto sequestro.