La più recente analisi di PVC Forum Italia indica che nel 2020 le aziende associate hanno immesso sul mercato nazionale poco più di 9,5 milioni di metri lineari di serramenti in PVC, con un calo di circa quattro punti rispetto al 2019, dopo una progressione ininterrotta di cinque anni.
Gli incentivi fiscali a favore degli interventi di ristrutturazione in chiave di risparmio energetico hanno quindi parzialmente compensato le perdite dovute alla crisi determinata dalla pandemia.
Le unità-serramento prodotte sono state circa 1.593.000 (quasi 1.657.000 nel 2019), corrispondenti a poco meno di 28.700 tonnellate (contro 29.700 di un anno prima); 52 su 100 i profili bianchi, 48 su 100 quelli pellicolati.
Circa 530mila le unità importate.
Sempre secondo l’organizzazione di settore, lo scorso anno i serramenti in PVC avrebbero rappresentato il 42% del totale installato in Italia, una quota decisamente più elevata rispetto al 15% stimato nel 2000.
Il giro d’affari del comparto ha raggiunto i 572 milioni di euro.