Fédération Marocaine de Plasturgie organizza dal 16 al 23 giugno la nona edizione del proprio Forum, quest’anno in versione virtuale a causa della pandemia.
L’evento intende fare il punto sullo stato dell’arte di un settore che in Marocco genera quasi 30 miliardi di dirham di fatturato all’anno (pari a quasi 2,6 miliardi di euro) e dà lavoro a 70.000 addetti; tra l’altro, si tratta del 24° mercato di destinazione per l’export italiano di macchine per plastica e gomma (con un valore di circa 25 milioni di euro nel 2020) e i costruttori italiani sono i terzi fornitori delle aziende trasformatrici marocchine, dopo Cina e Francia.
Il difficile e del tutto nuovo contesto mondiale ha portato anche il Marocco a dover rivedere la propria strategia e organizzazione produttiva e il Forum intende rappresentare un momento di incontro e aggiornamento, grazie a varie modalità di partecipazione, congressuali ed espositive.
Le aziende italiane interessate a prendervi parte con uno stand virtuale, iscrivendosi ai B2B, alle tavole rotonde ecc. trovano modalità e costi nei documenti predisposti da FMP.