La riduzione generale dei consumi delle materie plastiche dovuta alla pandemia ha inciso in maniera limitata sui numeri nazionali in forza della crescita della domanda in altri settori, come il medicale e l’alimentare confezionato.