Disponibile il documento elaborato dall'UNCTAD-Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo, che contiene spunti sul trend degli investimenti mondiali nelle varie aree geografiche, con un'analisi delle ricadute che gli investimenti producono a livello economico, tecnologico, sociale ecc..
La pandemia ha provocato una forte riduzione degli investimenti globali: -35% ovvero dai 1,5 triliardi di dollari del 2019 a 1 triliardo nel 2020. Nei mercati avanzati il calo medio ha raggiunto il 58% mentre in quelli in via di sviluppo la diminuzione è stata contenuta all’8%.
Più nel dettaglio, i flussi diretti all’area europea sono crollati dell’80%, quelli in Nordamerica del 42%. Quelli verso l’Africa hanno segnato un -16%; quanto all’Asia, i flussi in Cina hanno addirittura mostrato una crescita del 6%, così come l’India ha registrato un segno positivo, mentre il Sudest asiatico ha perso il 25%. L’arretramento nell’area latinoamericana e caraibica ha toccato il 45%.