Come già segnalato con la news del 5.9.2022su indicazione delle Associazioni che rappresentano i vari segmenti dell’industria italiana della plastica, The European House-Ambrosetti ha realizzato un Rapporto Strategico con l’obiettivo di sottolineare il valore della filiera per lo sviluppo dell’industria manifatturiera del Paese, con particolare riferimento al suo ruolo nell’ambito del paradigma di sostenibilità, punto centrale della transizione ecologica.
In particolare, The European House-Ambrosetti ha individuato 7 linee d’azione:

  1. aumentare la raccolta differenziata come prerequisito essenziale per garantire la circolarità della filiera della plastica
  2. velocizzare i procedimenti autorizzativi ambientali e ridurre la “Sindrome NIMBY” per ridurre il waste service divide
  3. supportare la crescita della filiera italiana delle bioplastiche e favorire l’incremento del riciclo organico per le plastiche biodegradabili
  4. favorire una maggiore sinergia tra attori pubblici e privati per promuovere processi virtuosi di innovazione nel settore delle plastiche
  5. rivedere gli attuali meccanismi di “Extended Producer Responsibility” (EPR) con l’obiettivo di semplificare i processi e rendere più circolare la filiera della plastica
  6. facilitare la creazione di un mercato di sbocco per le materie “End of Waste”
  7. adottare un approccio integrato di filiera per accrescere la condivisione delle scelte regolatorie.

 Tutti gli approfondimenti nei file che compongono lo studio: