Rispetto alla prima bozza ufficiosa, ci sono delle differenze importanti che vanno a rivedere alcuni dei principali obiettivi, venendo incontro, anche se al momento solo in parte, alle richieste italiane presentate anche da AMAPLAST e UCIMA tramite il Ministero competente e Confindustria.